Soldi sottratti a Cri, beni sequestrati

La Corte dei conti ha autorizzato il sequestro di 250mila euro nei confronti di Pierpaolo Cagnasso, l'ex presidente della Cri di Piossasco (Torino), e della segretaria. I due sono accusati di avere sottratto denaro dalle casse dell'ente a scopi personali. Peculato e appropriazione indebita le accuse nei loro confronti. Il sequestro conservativo segue quello già effettuato nei mesi scorsi, per un valore complessivo di oltre 200 mila euro tra polizze assicurative e un immobile. Le indagini della guardia di finanza di Torino erano scattate dall'esposto di un revisore che, nell'ottobre 2017, aveva riscontrato alcune anomalie nei libri contabili.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

  • Campagna Amica
    MERCATINI Campagna Amica
  • Eccellenza artigiana
    MERCATINI Eccellenza artigiana
SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Vinovo

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...